Gabriele Volpato partecipa a
Gabriele Volpato corre per
con telai forniti dalla Maranello
e motori del Ghidella Racing Team

"GABRIELE VOLPATO" biography

name: Gabriele

surname: Volpato

birthplace: Chieri (TO) - Italy

date of birth: June 1, 1996

profession: student

hobbies: friends, informatics, music

distinguishing marks: used to win


Gabriele Volpato was born in Chieri (TO) June 1, 1996.

When he was just a kid, two and a half years old, his father Alberto and mother Antonella noted him for a particular ability to park electric cars.
There is a talent and that must be cultivated. When he was 7 years starts his carrier on the kart.
When the wheather it’s rainy and the track is wet, unlike other drivers, Gabriele is especially comfortable, for this reason the friendly nickname is “the wizard of rain”. He gets most of his amazing victories on wet tracks.

Since 2005 he officially starts his career as a driver on board kart mini 60cc category. It takes only three races to get his first podium (3rd in Busca in “Campionato regionale”).

2009 is the year of the change of category, and it's immediately a success: Chose the category 125cc and he won the title in the ROK Cup ITALIAN CHAMPION, 2nd place in the Championship ROK Cup (Cat Junior ROK), and 1st place in the final "Bridgestone" ROK's world Cup.

In 2011/2012 the first experiences, the first test, in motor vehicles including cars and Formula Renault Clio R3.

In 2012 on board the KIA IS 1.6 GPL is ranked 2nd overall in the league brand "Green Scout Cup 2012" immediately behind Jimmy Ghione and before Alessandra Brena.

2013 is the year of change: Gabriele leaves the kart to devote himself fully to the covers wheel.

Biografia "GABRIELE VOLPATO"

nombre: Gabriele

apellido: Volpato

lugar de nacimiento: Chieri (TO)

fecha de nacimiento: 01/06/1996

profesiòn: estudiante

hobby: amigos, informàtica, mùsica

marcas distintivas: acostumbrado a ganar


Gabriele Volpato nació en Chieri (Turin) 1 de junio de 1996.

Cuando era apenas un niño, dos años y medio de edad, su padre Alberto y su madre Antonella le señalaron una habilidad especial para aparcar los coches eléctricos.
Tiene un talento y que debe ser cultivado. Cuando tenía 7 años comienza su carrera en el karting.
Cuando el tiempo es lluvioso y la pista está mojada, a diferencia de los otros conductores, Gabriele es especialmente cómodo, por esta razón el apodo amistoso es "el mago de la lluvia". Se obtiene la mayoría de sus victorias impresionantes en las pistas mojadas./br>
Desde el año 2005 comienza oficialmente su carrera como piloto a bordo de categoría mini kart de 60cc. Se tarda sólo tres carreras para conseguir su primer podio (3 º en Busca en el "Campionato Regionale").

2009 es el año del cambio de categoría, y es inmediatamente un éxito: obtiene la categoría de 125cc y gana el título en el ROK CHAMPION, 2 º lugar en el Campeonato ROK Cup (Cat Junior ROK) y el 1er lugar en la final de la Copa "Bridgestone" ROK Cup.

En 2011/2012 las primeras experiencias, la primera prueba, en los vehículos de motor, incluidas coches y la Fórmula Renault Clio R3.

En 2012, a bordo del KIA VENGA 1,6 GPL ocupa el puesto 2 º en la liga marca "Green Scouts Cup 2012", inmediatamente detrás de Jimmy Ghione y antes de Alessandra Brena.

2013 es el año del cambio: Gabriele deja el kart para dedicarse completamente a la ruedas cubiertas.

NEWS

Franciacorta: weekend difficile

Già nelle prove ufficiali del sabato Jimmy Ghione si dimostra in gran forma e conquista la pole position con il tempo di 1:30.804 precedendo Gabriele Volpato di soli 0.173 millesimi. Ottime prestazioni anche per la giovane Alessandra Brena e per Diego Servetti che conquistano la seconda fila davanti ai gentlemen Ferruccio e  Alberto Carobbio.

In gara 1 scatta bene Jimmy Ghione che difende la pole conquistata nella mattinata e precede Volpato, Brena, Servetti, Fontanella, Corino e Carobbio. Non cambia nulla nei primi giri se non in centro al gruppone dove un contatto fra Lombardelli e Brioschi costringe quest’ultimo a finire nelle retrovie.

Dopo circa cinque giri Volpato inizia ad attaccare ripetutamente Ghione, facendo registrare giri veloci. I due, con Alessandra Brena, fanno il vuoto sul resto dei piloti.

Al 7° giro Volpato sferra l’attacco all’inviato di Striscia la Notizia. I due si toccano e Jimmy Ghione si ritrova così in quinta posizione. Ne approfitta Alessandra Brena che passa al comando davanti a Volpato, Servetti, Fontanella ed all’inviato di Striscia.

Volpato, a seguito di questo contatto riceve un drive-trought ma continua la gara regolarmente ed inizia l’attacco alla Brena. Intanto un problema tecnico costringe Servetti al ritiro.

Alessandra resiste ma dopo 11 giri deve arrendersi e Volpato può tornare a condurre la gara. Intanto si scatena la lotta fra Ghione in rimonta (suo il giro veloce di gara 1) e Fontanella. Il pilota napoletano deve arrendersi e Ghione si porta in terza posizione.

Al 13° giro Volpato rientra per scontare la penalità ed in questo modo la Brena passa al comando davanti a Ghione e Fontanella. Volpato rientra dal drive troughr al quarto posto.

Le posizioni di testa non cambieranno più fino alla bandiera a scacchi che farà cosi assaporare alla giovane Alessandra Brena la prima vittoria nel Campionato Italiano Energie Alternative.

In gara 1 da registrare inoltre l’ottima gara del Junior Lombardelli e di Nicoletta Bologna che chiudono in progresso rispettivamente al  nono e undicesimo posto.

 

Un folto pubblico ed un caldo torrido fanno da contorno a gara 2 nella quale, grazie anche alla griglia di partenza invertita rispetto all’ordine d’arrivo di gara 1, non mancano le emozioni. Scatta bene Strabello che alla prima curva precede Carobbio, Calcinati, Corino, Ghione e Fontanella. I primi allungano il passo. Volpato, che vuole difendere la leadership, non ci sta ed al 3° giro attacca. Nella manovra rimangono coinvolti Corino e Calcinati. Ma è il sedicenne torinese ad avere la peggio e ad essere costretto al ritiro. Ne approfitta la Brena che guadagna la quarta posizione dietro a Strabello, Carobbio e Ghione.

Inizia però la grande gara di Jimmy Ghione che inanella giri veloci ed al quarto giro supera Carobbio portandosi in seconda posizione. Intanto Servetti, partito in ultima fila è autore di una bella rimonta.

A metà gara Strabello con la sua grande esperienza controlla su Ghione, Carobbio, Brena, Fontanella e Corino. La Brena non ci sta ed attacca Carobbio che si deve arrendere a lasciar strada alla giovane pilota.

Mentre si delineano sempre più le posizioni di testa Corino deve difendersi dai ripetuti attacchi dell’amico Servetti e dalla rimonta di uno scatenato Sartori.

Ghione prova ad insidiare la prima posizione di un Paolo Strabello in giornata di grazia. Jimmy non ce la fa. Strabello vince così la sua prima gara nel Green Scout Cup davanti a Ghione e ad Alessandra Brena.

Jimmy può però consolarsi con la conquista della prima posizione nella classifica generale, grazie ai due secondi posti conquistati nel week end.

 

Prossimo appuntamento e nuove emozioni sull’autodromo umbro di Magione il 21 e 22 luglio.